Autocertificazione

Non è necessario andare negli uffici pubblici per ottenere alcuni documenti, in molti casi, si può ricorrere all´autocertificazione.

Si tratta di una semplice dichiarazione che il cittadino scrive, firma e presenta in sostituzione delle normali documentazioni.

Sono autocertificabili:

  • data e luogo di nascita,
  • residenza,
  • stato civile di celibe, coniugato, vedovo o stato libero,
  • stato di famiglia, esistenza in vita, cittadinanza,
  • godimento dei diritti civili e politici,
  • nascita del figlio,
  • decesso del coniuge, dell´ascendente o discendente,
  • iscrizione in albi, registri o elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni,
  • appartenenza a ordini professionali,
  • titolo di studio, esami sostenuti,
  • qualifica professionale posseduta, titolo di specializzazione, di abilitazione di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica,
  • situazione reddituale o economica anche ai fini della concessione dei benefici di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali,
  • assolvimento di specifici obblighi contributivi con l´indicazione dell´ammontare corrisposto
  • possesso e numero del codice fiscale, della partita IVA,
  • stato di disoccupazione, qualità di pensionato e categoria di pensione,
  • qualità di studente,
  • qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore e simili
  • iscrizione presso associazioni o formazioni sociali di qualsiasi tipo,
  • tutte le situazioni relative all´adempimento degli obblighi militari,
  • di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di misure di sicurezza e di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale, di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali,
  • qualità di vivenza a carico,
  • tutti i dati a diretta conoscenza dell´interessato contenuti nei registri dello stato civile, di non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non aver presentato domanda di concordato.

Non si possono sostituire con l´autocertificazione certificati medici, sanitari, veterinari, di origine e conformità alle norme comunitarie, brevetti e marchi.

L´autocertificazione non è soggetta ad autenticazione della firma e può essere inviata anche per fax a tutte le Pubbliche Amministrazioni o ai gestori di pubblici servizi ed è estesa anche ai privati che decidano di accettarla (es. Assicurazioni, Banche, ecc.). Si ricorda che tutte le Pubbliche Amministrazioni e i gestori di servizi pubblici non devono chiedere ai cittadini i certificati ma sono tenuti ad accettare le autocertificazioni.

Dichiarazione sostitutiva atto di notorietà

E´ una dichiarazione che riguarda stati, qualità personali o fatti a diretta conoscenza dell´interessato per i quali non sia prevista l´autocertificazione. E´ possibile avvalersi di questo tipo di dichiarazione anche per fatti relativi ad altri soggetti di cui si abbia diretta conoscenza purché tale dichiarazione sia fatta nel proprio interesse. Non è possibile usare la dichiarazione sostitutiva di atto notorio per atti di natura privata e negoziale (es. dichiarazioni di volontà future, procure, quietanze liberatorie, ecc.).

Tale dichiarazione deve essere presentata alle Pubbliche Amministrazioni compilando un foglio di carta semplice firmando davanti all´impiegato che la riceve oppure inviandola o facendola consegnare da altri, dopo averla firmata ed avere allegato la fotocopia della propria carta d´identità.